Archivi tag: brontolare

Inutile lamentarsi

Chi ha l’abitudine di lamentarsi in continuazione è una persona poco simpatica.

Anche il suo aspetto lo dimostra: l’espressione del viso tradisce invidia, frustrazione, noia e grettezza; le spalle sono curve, i gesti rapidi e nervosi. Per non parlare della voce che è flebile e piagnucolosa come quella di un bambino viziato e capriccioso.

Cenerentola, nella celebre favola, comincia col lamentarsi della vita terribile alla quale le perfide sorellastre la costringono e il pubblico dei lettori simpatizza con lei. Ma cosa direste se Cenerentola passasse il resto della propria vita a brontolare in questo modo? Di sicuro non la sopportereste a lungo.

Chi si lamenta, poi, è sempre convinto di vivere male, a prescindere dalla situazione in cui si trova, e così facendo condiziona il suo futuro che non potrà mai essere roseo.

Queste persone, forse, non sanno che se si cerca di vedere il bello e il buono delle situazioni, anche di quelle meno promettenti, si acquisisce un atteggiamento positivo e vitale. Ma se, al contrario, si assume un’attitudine negativa nei confronti delle cose, si finisce con l’essere ripagati con la stessa moneta.

Lamentarsi e brontolare continuamente è un chiaro sintomo di impotenza: chi si lamenta, non è mai una persona costruttiva e tantomeno riuscirà a modificare in alcun modo il tipo di vita che conduce e che tanto disprezza.

A dire la verità, però, capita a tutti, ogni tanto, di indulgere al lamento ed è una cosa normalissima di cui non dobbiamo preoccuparci fino a quando non ci rendiamo conto che sta diventando un’abitudine dannosa e non è più un episodio occasionale per scaricare il nervosismo. Lamentarsi, poi, del comportamento di una persona che fa parte in maniera permanente della nostra vita, o imprecare alla nostra sfortuna, e’ un palese tentativo di scaricarsi delle proprie responsabilita’.

Quando ci accorgiamo, quindi, che borbottare e’ diventato un nostro costume abituale, allora e’ il momento di affrontare il problema. Ma come ? Fermatevi ad ascoltarvi.

Passate in rassegna i motivi che danno adito ai vostri lamenti e subito dopo esaminate le possibilita’ che avete per modificare positivamente la vostra situazione: datevi un limite di tempo per questa operazione.

 

http://www.ritrattodidonna.it/giudicare-dalle-prime-impressioni/